Vacanze di Pasqua: 6 destinazioni da raggiungere… con l’immaginazione

Purtroppo, in tempi di Coronavirus non ci si può muovere da casa, men che meno visitare delle splendide località. Però non ci costa nulla viaggiare con la fantasia!


Normalmente, le vacanze di Pasqua rappresentano una ghiotta occasione per fare una pausa e programmare un bel viaggio, approfittando delle lunghe e tiepide giornate. Certo, questa è una primavera completamente diversa dalle altre. Ma se non possiamo viaggiare fisicamente… nulla ci vieta di farlo con il pensiero. Sicuramente un modo piacevole per distrarsi dalla situazione e allentare lo stress!

Cultura, relax e avventura, cosa ti attira? Sei più da musei e città d’arte o da “immersioni” nella natura selvaggia? Ecco 6 possibili destinazioni per tutti i gusti e per tutte le tasche. Segnatele! E quando l’emergenza si sarà risolta, sarai pronto a prenotare e partire.

ISOLA DI CARLOFORTE (SUD SARDEGNA)

Se la Sardegna ti attrae con il suo mare e le sue coste spettacolari, ti suggerisco una vacanza nell’isola di San Pietro, ovvero Carloforte. Scoprirai un luogo incantevole, con piccole insenature rocciose protese su un mare blu come pochi, e una cittadina pittoresca in cui si parla ancora  l’arcaico dialetto genovese, il tabarchino. Carloforte, infatti, è stata una enclave dei pescatori genovesi di Pegli che vi giunsero dall’isola di Tabarka (al largo della Tunisia), a metà del 18° secolo. D’obbligo recarsi alla storica tonnara e degustare il tonno rosso, specialità gastronomica del posto. Una curiosità: l’isola è stata set della nota serie tv “L’isola di Pietro”, con protagonista Gianni Morandi.

SIVIGLIA (SPAGNA)

Capitale del flamenco e centro nevralgico dell’Andalusia, Siviglia è la città giusta da “esplorare “ a Pasqua. Il motivo è proprio legato ai riti della settimana santa che qui sono particolarmente sentiti e coinvolgono l’intera popolazione. Pensa, esistono sessanta confraternite – sia maschili sia femminili – che organizzano un numero impressionante di processioni, ciascuna con il suo simulacro, i suoi costumi e il suo percorso tra le vie cittadine. Imperdibile la cattedrale di Santa Maria in stile gotico, una delle più grandi in Europa, e una visita all’Alcazàr, il palazzo reale-fortezza in stile mudéjar con forti influenze arabe.

ISLA MUJERES (MESSICO)

Sorvoliamo l’oceano per approdare in Messico, o meglio, in una delle sue isole più celebri: l’isola delle Donne (isla Mujeres). Si trova nel Mar dei Caraibi, di fronte alla città di Cancùn (a sua volta rinomata meta turistica), e offre spiagge meravigliose con palme e sabbia candida, un mare turchese nelle cui profondità è possibile fare immersioni. Oltre al coloratissimo esercito di pesci che popola la barriera corallina, si possono ammirare relitti di antiche navi affondate e persino un museo subacqueo. Gli amanti degli animali non devono mancare la visita alla Tortugranja, per contemplare da vicino le maestose tartarughe marine che qui vengono curate e protette in quanto specie in via di estinzione. Un paradiso terrestre che deve il suo nome al generale spagnolo Francisco Hernandez De Cordova: per primo scoprì l’isola e la battezzò Isla Mujeres, per via di alcune statuette devozionali Maya dalle sembianze femminili.

NIZZA (FRANCIA)

Torniamo in Europa, nella vicina Francia, e nella ancor più vicina Nizza. Il capoluogo della Costa Azzurra è splendido in primavera, un periodo perfetto per passeggiare nella mitica Promenade des Anglais, magari al tramonto, mentre le mille luci della città si accendono e preludono alla dinamica movida notturna. E di giorno ci si può “tuffare” tra le vie, i palazzi, le piazze del centro storico e visitare l’affascinante cattedrale barocca di Sainte-Réparate. Per noi italiani, è di prammatica un caffè gustato in Place Garibaldi, ove campeggia il monumento dedicato all’eroe dei due mondi che qui era nato. Un viaggio adatto a chiunque, tra mare, cultura, glamour e shopping!

LAGO TRASIMENO (UMBRIA)

Se ami le zone lacustri, allora la prossima Pasqua potrebbe essere il momento per scoprire uno dei laghi più suggestivi d’Italia, il Trasimeno. Sono tantissimi i piccoli borghi medievali che lo incoronano, e meritano un soggiorno o una visita. Qualche nome? Castiglion del Lago (uno dei borghi più belli d’Italia), Passignano, Tuoro sul Trasimeno, San Feliciano, Montecolognola. Castelli, chiese, antiche dimore storiche e musei ti faranno tornare indietro nel tempo, in un’atmosfera fiabesca e cavalleresca. Non solo i dintorni, però, sono degni di nota. Nel lago Trasimeno si trovano tre isole visitabili e ricche di attrattive: l’Isola Maggiore, l’Isola Polvese e l’Isola Minore. Una vacanza per chi adora la natura, il buon cibo e le rocche medievali!

IRLANDA (IL TRIANGOLO VICHINGO)

La verdissima Irlanda in primavera offre il meglio di sé, per questa ragione ti voglio consigliare un itinerario diverso rispetto a quelli più battuti. Devi dirigerti verso l’angolo sud-orientale dell’isola, per raggiungere quello che viene definito il “triangolo vichingo”. Perché si chiama così? Come facilmente intuibile, vi approdarono proprio i Vichinghi diventando, da invasori quali erano, parte integrante della popolazione locale. Fondarono centri abitati oggi importanti quali Waterford, Wexford e soprattutto Kilkenny, una perla medievale dominata dall’imponente castello merlato risalente al XII secolo. L’Irlanda non è solo natura e storia, ma anche gastronomia. Da non perdere la visita al più antico birrificio dell’isola: la Smithwick’s Brewery, dove si produce birra Ale dal lontano 1231.

COSA METTERE IN VALIGIA QUANDO POTRAI RIPRENDERE A VIAGGIARE?

Il passaporto, la macchina fotografica digitale, tanta curiosità, un ombrello e vestiti per ogni clima. Se progetti un viaggio in Italia o in Europa considera che il periodo primaverile è variabile, come soleggiamento e come temperature. Ai Caraibi, naturalmente, avrai bisogno di capi di abbigliamento prettamente estivi e costumi da bagno, ma per le altre destinazioni controlla bene le previsioni meteorologiche prima di fare la valigia.

Porta con te anche una crema-gel o uno spray dalla doppia azione riparatrice e lenitiva, in caso di scottature ed eritemi solari. I raggi UV sono particolarmente intensi nei mesi primaverili, e potresti ritrovarti con dolorosi e antiestetici arrossamenti pure se non hai in programma di abbronzarti in spiaggia! Bisogna essere previdenti e proteggere la pelle persino quando il cielo è coperto: ricorda infatti che le radiazioni ultraviolette possono danneggiarla senza che tu te ne renda conto. Una formulazione specifica, a base di acido ialuronico ed estratto di semi d’avena, ti aiuterà a calmare il fastidio di un’eventuale scottatura e a ripristinare la barriera cutanea.

Ora che ti ho dato qualche suggerimento, non ti resta che scegliere la tua meta. Viaggia con la mente dal divano di casa e inizia a organizzare le tue future vacanze!