Treehouse e altri luoghi singolari dove passare la notte in vacanza

Hai voglia di di un’estate differente dal solito? Ecco qualche spunto interessante per le tue prossime mete.


Che tu stia progettando un lungo viaggio o un week-end romantico, per assaporare nuove emozioni basta davvero poco, ad esempio scegliere una location fuori dal comune dove soggiornare. Ti piacerebbe passare la notte in una treehouse o in un igloo ghiacciato? Che ne pensi invece, di pernottare all’interno di un faro o tra i resti di un aereo in disuso? Qui troverai le idee che ho raccolto per te.

1.Treehouse, ovvero una magica casa sull’albero

Una casa sull’albero: il sogno di ogni bambino, per godere dei suoni e dei profumi della natura. Sono numerose le strutture ricettive che offrono soluzioni di questo tipo, adatte a famiglie con bambini o coppie in cerca di notti romantiche. Alcune treehouse sono dei veri e propri appartamentini, altre semplici camere da letto e altre ancora permettono di dormire all’aria aperta, magari su un letto a baldacchino sospeso su una piattaforma lignea.

La prima volta che ho visto una cosa del genere stavo facendo un tour nella Savana africana. Le treehouse sono nate come capanne per proteggere il sonno dei viandanti dagli animali notturni e, nel tempo, sono diventate suite di lusso.

Non è però necessario andare così lontano: anche in Italia è possibile soggiornare in una casa su un albero. Dove? A Ugovizza, in Valcanale (Udine), si estende la curiosa Pigna (questa è la sua forma) di Malga Friu, disegnata dallo studio di architettura Domus Gaia. E’ su 3 livelli e il costo si aggira intorno ai 300 euro a notte! A Claut, Pordenone, in Friuli Venezia Giulia, c’è un Tree Village caratterizzato da piccole casette spartane sugli alberi. Si dorme in sacco a pelo, per un’avventura speciale immersi nella natura, persino con bimbi al seguito.

2. Una gru nel porto di Amsterdam

Una monumentale gru sovrasta con i suoi 50 metri d’altezza l’ex cantiere navale NDSM di Amsterdam, nel cuore della città, circondata da locali famosi. Si tratta del “Crane Hotel Faralda“, comprende tre suite di 40 mq su due livelli più uno spazio eventi. È meta di magnati, vip e comuni turisti che decidono di vivere un’esperienza diversa… ovviamente a 5 stelle, scegliendo tra tre opzioni.

  • Suite free spirit – a 10 metri dal suolo, arredata in stile moderno con colori delicati, per un soggiorno in tutto relax.
  • Suite Secret – ex sala macchine, perfetta come romantico nido d’amore, con cuscini in seta orientale e una vasca da bagno in rame realizzata a mano.
  • Suite Mystique – anch’essa su 2 livelli: la zona notte è al secondo piano ed è decorata con tessuti Chivasso in raso. Dominano i colori nero e oro. Come supplemento, una piscina termale sul ponte superiore della gru, all’aperto.

I prezzi? Dai 600 ai 1.100 euro a notte!

3. Un faro, tra mare e stelle

Sogni di trascorrere una notte nel faro degli innamorati raccontato da Moccia nel suo “Scusa se ti chiamo amore“? Ebbene, esiste veramente, si trova sull’Isola del Giglio, ma non è adibito all’ospitalità e appartiene a un privato. Si chiama Faro delle Vaccarecce o Faro vecchio, in quanto in un secondo momento ne furono costruiti altri due in una posizione migliore. Uno di questi è il faro di Punta Fenaio che, dismesse le sue funzioni marittime, si è trasformato in resort con prezzi accessibili, ovvero circa 150 euro a notte. Tra i fari più belli presenti in Italia c’è quello di Capo Spartivento, in Sardegna, nella provincia di Cagliari. Ancora funzionante, oggi è adibito a hotel d’elite.

4. Un igloo di vetro per ammirare l’aurora boreale

Voilà, una delle location più suggestive per osservare il cielo da un tetto in vetro! Ed è questo che caratterizza un Resort in Finlandia, il Kakslauttanen Hotel, luogo perfetto per appagare i sensi con la meravigliosa aurora boreale, da agosto ad aprile. Qui non ci sono solo igloo in vetro, ma pure di ghiaccio, una casetta in terra per la luna di miele, baite varie e la dimora di Babbo Natale (del resto è in Lapponia!). Le strutture si presentano come singoli mini-appartamenti e sono dotate di ogni comfort, da un camino per riscaldarsi fino alla sauna finlandese, oltre che di una vista mozzafiato.

5. A tutto ghiaccio

Ti piacerebbe “abitare” in un hotel di ghiaccio? Se la risposta è sì, allora potresti optare per un soggiorno presso l’ICEHOTEL, a Jukkasjarvi, in Svezia, totalmente realizzato nel ghiaccio, arredi compresi. Il luogo è da 26 anni meta di artisti provenienti da tutto il mondo che, con la loro creatività e abilità, riescono a tramutare tonnellate di acqua ghiacciata in qualsiasi cosa, da arcate gotiche a labirinti. Ogni camera ha un design unico, ricercato e, nonostante la location, è comunque calda. L’hotel, insieme all’ICE Bar merita decisamente di essere visitato.

Credits costaverde.com

6. Quando si riciclano anche gli aerei

In Costa Rica c’è un posto davvero che si affaccia sul mare: è un vecchio Boing appoggiato tra gli alberi a 50 metri d’altezza. Sembra esservi precipitato per via di un incidente, ma in realtà la fusoliera è stata recuperata e sistemata ad hoc per creare un resort a basso impatto ambientale. È il 727 Fuselage Home, una suite con 2 camere da letto climatizzate, tv a schermo piatto, angolo cottura, terrazza con vista e arredamento intagliato a mano con mobili in teak dell’Indonesia. Il conto oscilla dai 200 agli 800 dollari al giorno, a seconda della stagione.

Cosa mettere in valigia: consigli pratici

Per un soggiorno in tutta serenità, prepara il bagaglio con un po’ di anticipo e porta con te il minimo indispensabile. Prediligi abiti comodi e pratici se hai in programma di camminare a lungo e di esplorare le bellezze del luogo, ma lascia spazio a qualcosa di più elegante per le serate a tema.

In una valigia non dovrebbe mai mancare un piccolo kit di pronto soccorso: potrebbe tornarti utile soprattutto se scegli destinazioni dove la natura la fa da padrona. Piccole escoriazioni e ferite possono capitare durante le escursioni, ma con il prodotto adeguato potrai risolvere facilmente. Una crema specifica a base di acido ialuronico e sulfadiazina argentica è quello che ci vuole per il trattamento delle lesioni ad alto rischio infezione. L’acido ialuronico infatti favorisce la guarigione dei tessuti, mentre la sulfadiazina argentica aiuta a prevenire la contaminazione batterica.

E tu, hai già pensato a un posto originale per la tua prossima vacanza?