L'angolo della pelle

— La pelle delle persone anziane: come prendersene cura

Lo hai notato? La pelle degli anziani è più sensibile e predisposta alle lesioni. Ecco alcuni preziosi consigli per agire al meglio.


Se anche tu come la mia amica Flavia ti prendi cura di una persona anziana, per esempio un genitore o una zia, probabilmente sai quante accortezze siano necessarie. Più l’età avanza, più tutte le componenti dell’organismo – ossa, articolazioni e muscoli vanno incontro a cambiamenti. E i segni sono ben visibili! Basta pensare ai capelli che diventano grigi e poi bianchi, alle rughe che si accentuano, a quei “dolori diffusi” che si fanno sentire con maggiore frequenza.

Pure la pelle è soggetta a trasformazioni e non solo per effetto del tempo che passa ma dello stile di vita, dell’alimentazione seguita e dell’esposizione ai raggi solari nel corso degli anni. Il sole è infatti uno dei principali responsabili del precoce invecchiamento cutaneo. Il risultato? Lo puoi vedere a occhio nudo: la cute perde di elasticità, apparendo più sottile, secca, fragile e fanno la loro comparsa le macchie solari.

In più, con l’età si riducono le difese immunitarie e la capacità di riparazione delle ferite è minore. La pelle non solo tende a lesionarsi con maggiore facilità, ma il processo di guarigione diventa più lungo.

La pelle delle persone anziane: come detergerla

Proprio per i motivi che ti ho detto la pelle degli anziani richiede cure specifiche, a cominciare dalla detersione. In commercio puoi trovare differenti tipologie di bagnoschiuma o saponi: scegline uno che rispetti il pH e abbia una formula delicata, indicata per la pelle particolarmente sensibile.
Al bando dunque tutti quei trattamenti aggressivi che possono provocare  secchezza, irritazioni, rossori e prurito!
E se il prodotto che hai acquistato risulta comunque troppo “forte”, puoi diluirlo con dell’acqua per ovviare all’inconveniente.

Un piccolo ma prezioso suggerimento è optare per una formulazione con la fragranza preferita della persona anziana. In questo modo, il momento della detersione si trasformerà in una coccola rilassante. Dopo il bagno o la doccia, applica una crema corpo per idratare e nutrire la pelle.

Il talco? Spesso viene utilizzato con l’obiettivo di asciugare una zona del corpo ancora umida, ma attenzione perché contiene minuscole scaglie che possono ostruire i pori o graffiare la cute.

Pelle secca e delicata negli anziani: quali rimedi?

Come ti ho accennato, una delle caratteristiche principali della pelle degli anziani è la secchezza che a volte può causare un fastidioso prurito. Quando si verifica – magari per un lungo periodo – ricorda di consultare il tuo medico di fiducia, in quanto potrebbe essere il sintomo di alcune patologie.

Inoltre, la pelle degli anziani, essendo così delicata, tende a lesionarsi facilmente.

Cosa fare se si presenta una lesione? Niente paura! Una crema a base di acido ialuronico e sulfadiazina argentica può essere un valido aiuto. L’acido ialuronico, infatti, ha il pregio di supportare la guarigione e la riepitelizzazione dei tessuti, mentre la sulfadiazina argentica agisce da antimicrobico riducendo il rischio di contaminazione della ferita.

Per le piccole emergenze fuori casa come escoriazioni, abrasioni o piccoli tagli, è perfetta una formulazione in spray con acido ialuronico, argento metallico e vitamina E. Pratica da portare in borsa, è ideale per favorire il processo di guarigione e forma una barriera protettiva contro la penetrazione dei batteri.

Prendersi cura della pelle degli anziani richiede sicuramente qualche attenzione in più, ma basta seguire i giusti accorgimenti e sapersi muovere prontamente in caso di piccole ferite! Spero di esserti stato di aiuto 😊