fbpx

Muscoli, fiato, determinazione: e running sia!

Il running non è solo un’attività sportiva, ma una sfida con se stessi, volta a migliorare sempre più le proprie prestazioni. Ecco come trovare la giusta determinazione.

 

Hai la passione per lo sport e vuoi metterti alla prova con qualcosa di più impegnativo dell’oretta settimanale in palestra? E’ l’ora di passare al running, una corsa non saltuaria che ti pone degli obiettivi di miglioramento costante, nella velocità e resistenza, magari da testare alla fine con una gara.

Gli appassionati di running sono cresciuti esponenzialmente anche in Italia negli ultimi anni, e il vero boom riguarda soprattutto le donne. Vuoi sapere perché? Beh, i motivi sono tanti: correre fa bene all’organismo, mantiene in forma, ma soprattutto può regalare una grande consapevolezza di sé, delle proprie potenzialità, dei propri limiti, accresce – e molto! – l’autostima. Un allenamento di running, insomma, oltre ad allenare il corpo, allena anche la mente. E fa stare davvero bene, con se stessi e con gli altri. E’ questo probabilmente il segreto del successo di questo sport.

Certo, correre è fisicamente impegnativo. E’ facile immaginare come, oltre ai muscoli e al fiato, servano costanza e determinazione e non sempre, specie per le persone impegnate tra famiglia e lavoro, è facile trovarle. Oggi il tuo Amico per la Pelle prova a darti qualche consiglio per motivarti al meglio e praticare del running sano, in sicurezza e con soddisfazione. Tutti i suggerimenti che ti propongo arrivano direttamente dagli esperti del settore.

Connetivina stick labbra

  1. La determinazione nasce dentro di te: sei tu che vuoi praticare running e sfidare i tuoi limiti. Tuttavia in qualche periodo di stanchezza, eccessivi impegni familiari ecc., essere costanti e decisi può essere difficile. Ricorda per quale motivo hai cominciato a correre – per dimagrire? Per tonificare i muscoli? Per staccare la spina dalla routine? Per partecipare ad una gara? – concentrati su questo e vai: volere è potere!
  2. Il tempo è nemico? Stabilisci un appuntamento fisso da dedicare al runnning, segnalo in agenda e seguilo come faresti con una visita dal dentista: non costa altrettanto ed è sicuramente più piacevole. Del resto se finora hai trovato il tempo per correre una tantum, puoi farlo anche con una maggiore regolarità, almeno 3 volte a settimana. Se sei neofita comincia in modo soft una volta ogni 7 giorni, magari la domenica mattina quando hai meno faccende da sbrigare.
  3. La mattina presto è il momento migliore per andare a correre: si ha maggiore energia e le endorfine che scaturiscono dall’allenamento ti danno una carica in più per affrontare la giornata. Pensa che 20 minuti di corsa possono apportare benefici al tono dell’umore anche per 12 ore consecutive! E pensa poi alla sensazione unica che ti può dare la consapevolezza di aver macinato kilometri mentre tutti ancora dormivano! Basta andare a dormire prima la sera, prepararsi tutto l’occorrente e fare una colazione, rapida ma adeguata. Se proprio non sei il tipo che si alza presto, opta per la sera o qualunque altro orario ti permetta costanza.
  4. Mentre ti alleni non pensare alla fatica o alle cose che hai da fare al tuo ritorno a casa. Libera la mente e concentrati solo sulle sensazioni positive che questo sport ti dà: le energie in più, il profumo di erba bagnata di rugiada, il silenzio del mattino, il cielo limpido e l’aria fresca sulla tua pelle. In alternativa pensa a cose belle: il prossimo viaggio che vuoi fare, il compleanno del tuo bambino, l’aperitivo con gli amici.
  5. La determinazione si alimenta della tua fantasia: quando ti trovi ad un bivio di fatica, non mollare, ma fai volare l’immaginazione. Pensa se vincessi la gara del mese prossimo! Sognati felice sul podio! E’ un po’ azzardato? Nulla è impossibile con il giusto allenamento.
  6. Se la noia comincia a prendere il sopravvento, creati un gruppo con cui andare a correre e scambiare esperienze e obiettivi di running; questo aiuta anche a non cedere, ci si sprona reciprocamente. Sapevi che molti gruppi nati per correre insieme al parco si sono poi trasformati in inossidabili amicizie o in compagnie per uscite e vacanze? Bello, non trovi?
  7. Concentrati anche sui benefici per la salute: correre fa bene al cuore, alla mente, ai muscoli.
  8. Impiega gli “strumenti” giusti: ci vogliono scarpe adeguate, al fine di evitare traumi alle articolazioni, il giusto abbigliamento tecnico, un giacchino impermeabile in caso di pioggia, una bottiglia d’acqua per idratarti al bisogno. Non dimenticare un cronometro e un calcolatore di distanze: ci sono numerose app che puoi scaricare sullo smartphone e che spesso ti suggeriscono loro stesse un piano di allenamento programmato. Per il resto il cellulare non ti serve: abbassa la suoneria, blocca le chiamate, al massimo goditi della buona musica. Se c’è il sole, prima di uscire cospargi la pelle con una crema con fattore di protezione solare, ti eviterà scottature e altri danni sul lungo termine. Pensa anche alle tue labbra: correre all’aria aperta le sottopone all’azione di agenti esterni che possono comprometterne l’integrità e il benessere, aggredendole e screpolandole, fino anche a spaccarle e farle sanguinare. Colpa del freddo, del vento e dell’inquinamento, non solo dei raggi UV. Ebbene, per il trattamento dellelabbra danneggiate, screpolate e secche, puoi valutare l’impiego di uno stick a base di acido ialuronico 0,2%, specificatamente studiato per favorire il ripristino della barriera cutanea di questa parte tanto delicata del tuo viso.
  9. Poniti degli obiettivi graduali: non cercare di strafare fin da subito, perché ne usciresti a pezzi e senza la giusta motivazione. Aumenta poco a poco il percorso e in un secondo momento anche la velocità nel portarlo a termine. Prova anche ad iscriverti ad una gara, per testarti sul campo e delimitare i tempi della tua preparazione.
  10. Metti per iscritto i tuoi percorsi di allenamento – con data, tempi, distanze e sensazioni su come ti senti prima, durante e dopo la corsa – magari in bella vista sul frigorifero o con un post-it sulla scrivania. Ti ricorderanno costantemente i tuoi miglioramenti, i successi inaspettati, le vittorie sui tuoi limiti. Questa consapevolezza è necessaria per continuare ad avere la giusta determinazione nel tempo.
  11. Al raggiungimento di un obiettivo datti un premio: sì proprio quell’aperitivo a cui hai rinunciato tante volte per allenarti, oppure un bel massaggio che di certo gioverà ai tuoi muscoli quanto alla tua mente.
  12. Ti diverti quando corri? Ti senti bene e con una bella carica di energia anche dopo una sessione impegnativa? Vuol dire che vale la pena continuare così. La determinazione nasce anche e soprattutto da questo.