fbpx
diversi attrezzi per lo sport

Lo sport: a ognuno il suo

Nella scelta dello sport giusto contano gusti personali, motivazioni, tempo e molto altro ancora. Segui i consigli e… comincia subito anche tu!

 

Fare sport è importante e tutti noi ci ripetiamo in continuazione che presto cominceremo (o riprenderemo lì dove abbiamo lasciato qualche tempo fa). Peccato che i buoni propositi spesso rimangano tali. Non è solo la pigrizia a bloccarci, ma anche la routine quotidiana con tempi strettissimi tra lavoro, scuola, attività dei bambini, casa, spesa e chi più ne ha più ne metta. Ma nessuna missione è impossibile, basta volerlo. E basta fare la scelta giusta. Oggi provo a darti qualche consiglio mirato, del resto, sono o non sono il tuo Amico per la Pelle?

Cominciamo col dire che lo sport deve essere divertente!

Se non hai il piacere di fare un’attività, la mollerai presto. In seconda battuta occorre che tu sia nella forma fisica adatta. Non serve un allenamento particolare, basta andare per gradi e scegliere qualcosa che non richieda specifiche abilità, che magari potrai costruirti strada facendo. La mia amica Paola ad esempio adorerebbe fare zumba, ma ha cominciato un corso in fase avanzata e ha mollato alla terza lezione poiché non aveva abbastanza fiato per stare dietro al gruppo. Con il risultato che invece di divertirsi si imbarazzava! Prima di intraprendere una qualunque attività sportiva è comunque utile sottoporsi a visita medica e cardiologica. Non è un caso se richiedono l’idoneità sportiva nelle palestre…

Altra cosa importante è il carattere:

chi è competitivo può optare per un gioco di squadra, oppure individuale come la marcia (stabilendo obiettivi di resistenza di volta in volta maggiori); chi ama stare all’aria aperta ha a disposizione la corsa, la bicicletta e le camminate a passo svelto: tonificano, aiutano a bruciare grassi, rilassano la mente e si possono fare a qualunque orario; chi invece preferisce stare al sicuro tra quattro mura, per essere certo che con qualsiasi tempo potrà proseguire il suo percorso, può iscriversi in palestra, facendo sollevamento pesi, acquagym, corsi di sala, pilates o yoga. Ogni attività può essere svolta in compagnia o da soli: anche in questo caso, la scelta è assolutamente personale.

Il tempo: eccola, la nota dolente.

Sai che spesso è una scusa? Fai così: rifletti sul fatto che, se anche manchi da casa un paio d’ore 3 volte a settimana, questa non crollerà! Anzi, potrebbe essere l’occasione per farti dare una mano con la cena e responsabilizzare i bambini a tenere in ordine le loro cose. Quindi cerca di comprendere qual è l’orario migliore per non farti venire l’ansia da rientro a casa: lo sport deve rilassarti. Le tipe mattiniere, come la mia amica Rosa, vanno a correre all’alba: alle 6,30 circa, un’oretta tutte le mattine al parco. Il tempo di rientrare, fare una doccia e portare i bambini a scuola per poi cominciare la loro giornata di lavoro. C’è chi invece opta per la corsa serale, ma d’inverno è piuttosto scomodo perché fa buio presto. Di contro, Mary ha trovato una perfetta organizzazione: quando porta il bambino a calcio, lo lascia e va a fare la sua lezione di pilates. Preferisci dopo cena? Nelle palestre si possono fare tantissime attività sportive, anche fino alla mezzanotte. Oppure puoi andare a ballare con tuo marito. E il fine settimana? Tutti in bici o a fare trekking! Insomma non hai scuse per il tempo: volere è potere, basta organizzarsi.

Hai sempre sognato di fare tennis? Canoa? Surf? Ottima scelta, ma tieni presente che tali attività richiedono un grande impegno soprattutto all’inizio, sia economico che di tempo: devi seguire dei corsi con istruttori qualificati che hanno orari ben precisi e l’attrezzatura ha un suo costo. Prova qualche lezione e vedi se riesci a conciliare tempi, portafoglio e propensione personale, il tutto senza stress.

Trovarsi a proprio agio durante l’allenamento è fondamentale:

sentirsi goffi, affannati e inappropriati durante un corso di GAG può dipendere dalla scarsa tonicità muscolare: non vergognarti a chiedere all’istruttore se c’è una lezione a un livello meno avanzato, o se ha suggerimenti specifici per te. Anche avere il giusto look ha la sua importanza: ma non pensare di doverti per forza mettere top e mini shorts se non te la senti o non è il caso. E poi ricordati di risparmiare su tutto, se devi, ma non sulle scarpe, che qualunque attività si faccia devono essere di qualità e adeguate allo sport che si pratica.

Cos’altro deve avere con se una persona sportiva? Una bottiglietta di acqua per idratarsi, un piccolo asciugamano per asciugarsi il sudore, uno da stendere sui tappetini in palestra per questioni di rispetto e igiene, qualche snack energizzante se si fanno lunghe escursioni all’aperto, nonché un prodotto in formato tascabile a base di acido ialuronico e argento metallico per medicare comodamente ed efficacemente abrasioni, graffi e piccole ferite, che all’aperto, come pure in una qualunque attività sportiva – specie se di squadra o di contrasto – possono capitare.

Ricorda infine: lo sport fa bene al tuo organismo, rafforza i muscoli e dunque il sostegno all’apparato scheletrico, abbatte l’ipercolesterolemia e l’ipertensione, stimola positivamente il cuore e i polmoni, tonifica e snellisce, ma soprattutto accresce il buonumore. L’attività fisica infatti riduce il livello di cortisolo nel sangue, l’ormone coinvolto negli stati di stress e aumenta il rilascio di endorfine, sostanze prodotte dal cervello con proprietà analgesiche ed eccitanti: per questo dopo ogni sessione sportiva è normale sentirsi carichi di energie e vitalità. Tutto sta ad iniziare. Hai scelto lo sport più adatto a te?

[social_share_list]