fbpx
bambina con cani

Giochi con il cane: quali fare e come farli

Il cane ama correre, rotolarsi nell’erba e riportare oggetti. Può farlo anche da solo, ma di certo preferisce la tua compagnia. L’importante è variare e giocare in sicurezza.

Il gioco per il cane è un qualcosa di innato: da cucciolo lo fa con la sua mamma e i fratellini, apprendendo così le regole di comportamento sociale tra i suoi simili, ma poi, un po’ più grandicello, comincia a desiderare l’attenzione e un tipo di divertimento che puoi dargli solo tu.

Quando giochi con il tuo cane – forse non te ne rendi conto – lo aiuti a comunicare con te, gli insegni le regole di convivenza in casa, approfondisci il vostro rapporto di amicizia e fedeltà reciproca, gli dedichi del tempo che significa per lui autostima e sicurezza, lo stimoli fisicamente e mentalmente e tu, contemporaneamente, ne trai i medesimi benefici.

Oggi vorrei darti idee e consigli per giocare e divertirti ogni giorno di più con il tuo amico a quattro zampe in tutta sicurezza. Perché se lui è il tuo migliore amico, io sono il tuo Amico per la pelle!

Quali sono i migliori giochi per cani?

Mi verrebbe da dirti “tutti”, da quelli di azione a quelli di attivazione mentale, in casa o nel parco, ma molto dipende dal carattere del tuo pelosetto, così come dalla sua stazza, età e forma fisica, e anche dal tempo e le energie che hai da dedicargli.

I cuccioli ad esempio, così come i cani di piccola taglia, sono piuttosto vivaci e irruenti, hanno bisogno di scatenarsi con il gioco. Si possono stimolare con piccoli giocattoli da mordicchiare fatti appositamente per loro, onde evitare che scarichino la loro indole combattente su ciabatte e cuscini, il che gli farà capire anche che ha dei limiti su cosa impiegare nel gioco e cosa no.

Intorno a 4-6 mesi il rapporto tra voi due si va a poco a poco improntando ed è a questo punto che si può introdurre il gioco del “riporto”, magari introducendo un premio alla consegna (rinforzo positivo dell’azione corretta), uno snack prelibato accompagnato da coccole e carezze.

 A partire da ciò il gioco diventa un mezzo essenziale per educare e addestrare Fido, favorendo la sua crescita e il suo sviluppo sia fisico-muscolare che mentale.

Con il passare degli anni, quando il cane è adulto o anziano, potrai introdurre dei piccoli giochi e trucchetti di attivazione mentale, fattibili anche a casa.

CONNETTIVINABIO

Nell’educazione al gioco e al corretto comportamento in casa e fuori non devi mai perdere di vista questo prezioso decalogo che mi ha gentilmente fornito un educatore cinofilo:

  1. Qualunque gioco si faccia, il cane deve capire che il capobranco sei tu: spetta a te dettare le regole e i tempi. Questo rafforzerà anche la sua fiducia nei tuoi confronti, ma solo a patto che tu sia coerente.
  2. Proponi giochi nuovi al tuo cane, ma con gradualità: non fargli fare cose troppo complicate altrimenti rischi di demotivarlo e stressarlo. Non riuscire in qualcosa è frustrante per tutti.
  3. Per questo motivo, non lo sgridare o punire mai quando non riesce in un gioco o attività.
  4. Ricompensalo sempre quando fa una cosa giusta, ad esempio nel gioco del riporto. Uno snack sarà sempre gradito, così come le tue coccole.
  5. Evita giochi di combattimento: lo stimolerebbero ad avere un atteggiamento aggressivo e dominante nei confronti di altri cani o altre persone e in primis, come ti dicevo prima, non offrire le tue mani ai suoi denti!
  6. Scegli per lui solo giocattoli sicuri: non devono rompersi mordicchiandoli, non devono avere piccole parti staccabili che una volta ingerite possano soffocarlo, non devono essere fatti con sostanze e colori tossici, né avere parti sporgenti e acuminate che possano ferirgli la bocca o le zampe. Questo vale anche per i bastoncini da riporto: presta attenzione al rametto che scegli per l’occasione. Esattamente come faresti per i tuoi figli.
  7. Elastici, cordicelle, gomitoli di lana, non andrebbero mai lasciati incustoditi quando c’è un cane (o un gatto) in casa: sono oggetti per lui curiosi e affascinanti, ma possono soffocarlo se masticati o attorcigliati intorno al collo, oppure semplicemente aggrovigliarsi tra le sue zampe creandogli una situazione spiacevole.
  8. Prediligi attività giocose che gli siano naturali, ovvero che stimolino la sua indole di cacciatore e il suo fiuto. Lo divertiranno sicuramente di più.
  9. Cambia spesso il gioco, in modo che non si annoi a fare sempre le stesse cose. E questo vale anche per te.
  10. Insegna ai tuoi bambini a rispettare il cane e i suoi tempi: spesso i cuccioli d’uomo sono fastidiosi e involontariamente prepotenti, vogliono giocare con il pelosetto cavalcandolo o magari quando questo fa la pappa: il cane può reagire infastidito con la zampa o peggio con i denti.

Qualche idea per giocare con il tuo cane

Il gioco del riporto
Puoi scegliere un tradizionale bastoncino, ma anche un frisbee o qualunque altro oggetto in grado di andare lontano, a patto che sia di un materiale adeguato ai denti del cane (non di stoffa o gomma morbida, ad esempio). Giocare all’aperto, correre in un parco alle prese con questa attività gioverà alla salute di entrambi.

La palla
Il cane di mia zia adora prendere la palla al volo con i denti. Ed è straordinario, per precisione e per i salti che fa! Suo figlio ci è cresciuto: lui un rigorista e il pet un perfetto portiere. In giardino ha sempre una palla a portata di zanne, che raccoglie non appena vede qualcuno arrivare: gliela porta e poggia ai piedi per iniziare a giocare. Non appena i suoi affilati denti bucano la palla, però, va gettata via e sostituita, onde evitare che nei momenti di noia e solitudine la faccia a brandelli e ne ingoi qualche pezzo.

Caccia al croccantino
Prendi una bottiglia di plastica rigida e trasparente, fai un buco da una parte, pochi millimetri più grande dei suoi croccantini preferiti e mettine dentro un po’. Fido comincerà a farla girare in lungo e largo, divertendosi, per far uscire gli snack, un vero tesoro nascosto! Se hai un cane di taglia grande non è però il caso di lasciarlo da solo con questo gioco, perché la potenza del suo morso potrebbe rompere la plastica e ferirlo.

Problem solving
Ovvero giochi di attivazione mentale, che stimolino la creatività del cane a raggiungere un obiettivo. Un esempio? Fatti vedere dal tuo quattro zampe mentre metti il suo snack preferito a terra nascosto sotto un imbuto e invitalo a prenderlo. Inizialmente tenderà a spostare l’imbuto con le zampe e per le prime volte andrà bene, lascialo fare per dargli soddisfazione, ma poi rendi il gioco un po’ più complesso: trattieni l’imbuto da una parte in modo che non si capovolga con una zampata… e l’esercizio stimolante terminerà quando il cane capirà di dover afferrare con i denti l’imbuto e sollevarlo per raggiungere il “tesoro”.

Nascondino
Allo stesso modo potrai stimolare il suo fiuto e istinto alla caccia nascondendo dei croccantini e invitandolo a cercarli. Inizia racchiudendo l’oggetto del desiderio in una mano e chiudi entrambi i pugni mostrandoglieli: come il gioco del silenzio che si faceva a scuola per trovare il gessetto! In questo caso il cane non andrà a fortuna, ma “a naso” optando per la mano giusta. Complica poi le fasi successive con gradualità, mettendo lo snack a pochi passi da lui, poi nascosto e infine più lontano. Il divertimento e la soddisfazione reciproca saranno assicurati.