L'angolo della pelle

— I segreti della ceretta fai-da-te

Basta con i peli superflui! Ecco come fare la ceretta in casa, in qualunque momento, senza irritare la cute.


E’ tempo di andare al mare e di scoprire le gambe? Hai un appuntamento romantico in vista? Se tra i tuoi numerosi impegni quotidiani non riesci a incastrare anche quello dall’estetista per una depilazione, e non sai più come fare per rendere liscia la tua pelle, è ora di imparare a farla in casa da sola. In qualunque momento della giornata.

Segui i miei consigli da Amico per la Pelle e vedrai che riuscirai ad ottenere gambe a prova di carezza, senza troppo dolore e soprattutto senza irritazioni. Ecco come fare una perfetta ceretta fai-da-te in 9 step!

  1. Prepara il set come in un salone di bellezza per avere tutto a portata di mano

    Stendi un asciugamano sul piano che intendi usare, in modo da non sporcare nulla con la cera. Prepara il kit di cera che hai scelto (a caldo, a freddo, strisce preparate, e così via), prendi dello scrub, del talco o amido di mais, crema o olio idratante per il tocco finale. Sei pronta!

  2. Evita (se possibile) di fare la ceretta durante il ciclo mestruale

    In questo periodo si ha una maggiore sensibilità al dolore e, se hai la pelle delicata, rischi di soffrire di più e di irritare la parte trattata.

  3. Occhio alla lunghezza del pelo

    L’ideale per una buona ceretta è un pelo lungo tra i 3 e i 6 millimetri: se è troppo corto si rischia di non riuscire a strappare la radice, se è troppo lungo invece potrebbe spezzarsi a metà.

  1. Prepara la pelle con uno scrub

    L’esfoliazione – che deve essere delicata – ammorbidisce i peli e favorisce l’apertura dei follicoli piliferi. Ciò permette una depilazione migliore e meno dolorosa.

  1. Spolvera il talco o l’amido di mais sulla parte da trattare

    Queste sostanze asciugano bene la pelle e assorbono il sebo in eccesso. In tal modo la cera aderirà meglio ai peli da togliere.

  2. Applica la cera

    L’applicazione dipende dal tipo di cera che hai scelto. Tuttavia la regola generale è una sola: stendi il prodotto o la striscia pronta nel verso del pelo. Poi strofina con la mano. Ciò riscalda lievemente la cera, rendendola più aderente e funzionale.

  3. E ora… strappa i peli superflui!

    Stendi la pelle della zona che devi trattare con una mano, per agevolare lo strappo, e con l’altra tira la striscia, rigorosamente contropelo. Attenzione, non verso l’alto, ma a filo di pelle (diciamo creando un angolo acutissimo). Questo passaggio è fondamentale per estrarre perfettamente peli e radice, senza farsi male e senza irritare la pelle.

  1. Pulisci la cera rimasta

    I residui più grossi puoi toglierli con la stessa striscia, ripiegata nella parte pulita, per il resto puoi sciacquare la parte con acqua fredda (che provvederà anche a richiudere i pori). Per facilitare il tutto e per il tocco finale, applica una buona crema idratante oppure olio per il corpo in abbondanza. Oltre a pulire del tutto la pelle la idraterà, rendendola ancora più morbida e liscia.

  1. E se la pelle rimane rossa o irritata?

    Significa che si è verificata una piccola alterazione della barriera cutanea, cosa che può capitare sia in caso di ceretta fai-da-te che di depilazione professionale dall’estetista. In questi casi, è importante intervenire con un prodotto che abbia un’azione lenitiva e riparatrice. Una crema con acido ialuronico, nella concentrazione dello 0,2%, è ottima da questo punto di vista. L’acido ialuronico infatti, grazie alle sue proprietà, fornisce uno spazio idratato intorno e tra le cellule, facilitandone così il movimento e favorendo la guarigione. Insomma, aiuta a ripristinare le condizioni fisiologiche della cute alleviando i sintomi dell’irritazione.