Giardinaggio in inverno, tristezza addio!

Scaccia la malinconia invernale riempiendo il tuo tempo libero con attività gratificanti. Una su tutte: il giardinaggio. E se sei alle prime armi segui questi consigli.


Freddo, vento, pioggia… l’inverno è arrivato e l’accoppiata divano+copertina di pile ti attira come non mai? Hai ragione, e una volta ogni tanto questa coccola ci può stare. Attenzione però a non farti catturare più del dovuto, sarebbe una svolta troppo triste per te e per la tua vita sociale. E poi c’è un rischio maggiore, ovvero quello di essere travolti da un senso di profonda malinconia.

Ebbene sì, le giornate sono più corte e l’organismo assorbe meno luce solare, con un effetto negativo sul tono dell’umore. L’inattività da “letargo sul divano” fa il resto.

Il giardinaggio può aiutarti a superare questi “momenti no”. Ecco come e perché.

Giardinaggio in inverno, quali piante?

So quello che stai pensando! In inverno gela tutto, quindi il giardinaggio è impossibile e inutile. Nulla di più sbagliato e chi ha un giardino lo sa. Questo ad esempio è il momento per piantare una rosa che vedrà la luce in primavera, o per potare e mettere al riparo le piante più delicate. E perché non cogliere l’occasione per adornare il tuo spazio esterno con un cespuglio di Hamamelis gialla o rossa? Il discorso vale ovviamente anche se si ha un piccolo balcone o delle piante da interno.

Sei alle prime armi? L’ideale sono piante grasse come i cactus. Ti consiglio la Schlumbergera, più nota come cactus di Natale, che può donarti fiorelllini rossi bellissimi ed è facile da gestire. Numerose poi sono le piante da interno con fioritura invernale, come il gelsomino e l’orchidea. In alternativa puoi dedicarti a un mini-orto con spezie quali prezzemolo, erba cipollina, menta e timo che non temono l’inverno. Ovviamente dovrai informarti su ciò di cui hanno bisogno (quanta acqua, esposizione al sole e alle intemperie, ecc). In alcuni casi, basterà proteggere le piante poste all’esterno con un telo di “tessuto non tessuto”.

Come e perché il giardinaggio aiuta a combattere la malinconia

Lo dicono numerosi studi scientifici: il giardinaggio fa bene alla salute fisica e mentale. Come agisce? In modo indiretto, ma concreto.

  • Quando si è travolti dalla malinconia si può far fatica ad alzarsi dal letto o dal divano. Per raggiungere il balcone o il giardino però sono sufficienti pochi passi, e non si è costretti a incontrare gente controvoglia o a dover per forza parlare con qualcuno.
  • Il giardinaggio ti espone ai tiepidi raggi invernali del sole che sono in grado di stimolare la produzione di serotonina da parte del tuo organismo. Il risultato è un miglioramento dell’umore e una maggiore sensazione di energia.
  • Prendendoti cura delle piante hai un impegno quotidiano, una responsabilità, e quando vedi sbocciare un nuovo fiorellino la soddisfazione che provi può aumentare la tua autostima.
  • Il giardinaggio ti aiuta a concentrare il pensiero su qualcosa di bello e a proiettarlo nel futuro, accantonando i pensieri negativi che la malinconia porta con sé.
  • Se hai un giardino (ma anche solo se innaffi tante piccole piante in casa) fai un’attività fisica che ti aiuta a bruciare calorie e ad abbassare i livelli di cortisolo, il temibile ormone dello stress.
  • Occuparsi delle piante aiuta a riconnettersi con il mondo della natura e pure questo è un grande beneficio.
  • Tagliare, zappare, diserbare aiuta anche a sfogare un po’ di rabbia, magari accumulata durante una giornata di lavoro.

Alcuni consigli pratici

Il primo consiglio che posso darti è quello di affrontare il giardinaggio in una misura adeguata alle tue capacità e forze. Se sei un neofita scegli piante che non richiedono premure eccessive, se invece soffri di mal di schiena evita di trapiantare grandi arbusti, spostare vasi pesanti o stare chinato a estirpare le erbacce. Opta per cose semplici che non ti diano frustrazioni o non ti arrechino danni.

A tal proposito, usa sempre l’abbigliamento e l’attrezzatura adatti! Non uscire in giardino in pieno inverno senza un caldo giubbotto e proteggiti con guanti resistenti, potresti infatti ferirti con una spina, un arbusto o un vaso rotto.

Dopo ogni seduta di giardinaggio, specie se è stata intensa, fai una bella doccia rigenerante e presta molta attenzione alla salute delle mani, i tuoi “strumenti di lavoro”. Puliscile bene dallo sporco, asciugale e poi applica una crema mani a base di acido ialuronico. Una formulazione di questo tipo ti aiuterà a riparare la pelle secca, screpolata o irritata dal freddo e dagli agenti atmosferici, inconvenienti che possono facilmente capitare facendo giardinaggio in inverno.

Infine, che tu abbia un giardino o un balcone, crea il tuo angolo relax nel verde con un tavolino e una sedia, per goderti una tazza di tè o caffè caldo e compiacerti del tuo lavoro.

Ah, dimenticavo! Scatta delle foto e condividile con amici e parenti: i complimenti che riceverai saranno un vero toccasana contro la malinconia.