L'angolo della pelle

— Cura della pelle del viso, a che età cominciare?

Rughe, pelle rilassata, punti neri: la cura del viso con i prodotti giusti aiuta, specie se cominciata per tempo. Anno dopo anno ecco come trattare al meglio la tua pelle.


Lasciami tutte le rughe, non me ne togliere nemmeno una. C’ho messo una vita a farmele!” – disse così la splendida Anna Magnani a un truccatore. E in un altro contesto aggiunse: “Me le sono meritate ad una ad una.

E’ vero, i segni del tempo sul viso sono sinonimo di vita vissuta, esperienze e, da un certo punto di vista, offrono una nuova bellezza, quella del fascino della maturità. Del resto… bisogna farsene una ragione, prima o poi arrivano. Tuttavia si può fare molto per rallentarne la progressione o renderli meno evidenti.

Una volta la cura della pelle del viso iniziava solo alla comparsa delle prime rughe. Oggi invece sappiamo che una buona beauty routine va avviata prima, e che a ogni età la cute ha le sue specifiche necessità. Non solo! Per essere belle non basta trattare le rughe, serve prestare attenzione a tanti altri fattori come l’idratazione, la morbidezza, il colorito etc. 

Vediamo cosa occorre sapere in ogni periodo della vita.

Cura della pelle del viso nell’infanzia e nell’adolescenza

Una mamma premurosa lo sa, la cute dei neonati e dei bambini piccoli è particolarmente delicata. Ecco perché una saponetta qualsiasi, la crema corpo o il doccia-schiuma che usano gli adulti non sono adatti. Occorre utilizzare prodotti specifici per evitare irritazioni.

Anche la pelle dell’adolescente merita attenzioni particolari, soprattutto quando cominciano a formarsi punti neri e brufoletti. Non è una questione di igiene personale, le variazioni ormonali possono provocare un aumento della produzione fisiologica di sebo, dando origine a pelle grassa, comedoni e foruncoli. In questa fase devi spiegare a tuo figlio l’importanza di detergersi il viso con accuratezza, per eliminare le impurità giorno dopo giorno, scegliendo prodotti specificamente formulati per non ostruire i pori. Altro punto focale: vietato schiacciare i brufoli! Questa azione può arrecare molti danni alla pelle, provocando cicatrici o aumentando l’infezione con la fuoriuscita di pus.

Se hai una figlia che inizia a truccarsi, devi insegnarle e eliminare il make-up ogni sera prima di andare a dormire. Anche la scelta dei prodotti per il trucco è importante: meglio sceglierli ipoallergenici e, in caso di pelle grassa, oil-free o non comedogenici. Trovi questa indicazione nelle etichette di creme, fondotinta o detergenti.

Tuo figlio non ha resistito alla tentazione di spremersi un brufolo e ora ha una dolorosa infiammazione? Tua figlia ha usato il fondotinta di un’amica e si ritrova la pelle irritata? Niente paura, puoi correre subito ai ripari con un trattamento ad hoc, in grado di lenire la sintomatologia fastidiosa.

Un altro aspetto essenziale nella cura della pelle del viso è la protezione dai raggi ultravioletti. Bambini e ragazzi non gradiscono l’applicazione dei prodotti solari? Spetta a te fargliene capire l’importanza.

Cura della pelle del viso dai 20 ai 30 anni

E’ in questa fase che bisogna cominciare a pensare alla prevenzione. A 20 anni, in assenza di patologie cutanee, la pelle è al top: bella, soda, luminosa, ricca di collagene ed elastina, con un continuo ricambio cellulare. Per mantenerla così il più a lungo possibile occorre seguire alcune regole.

  • Niente abbronzatura selvaggia. I raggi UV seccano la pelle che diventa brutta, tendente alle rughe e, a lungo andare, compaiono macchie solari, nei e lentiggini. Non dimenticare mai di applicare la protezione solare, anche come base per il trucco.
  • Usa cosmetici adatti al tuo tipo di pelle.
  • L’idratazione è fondamentale. Bevi tanta acqua e applica quotidianamente una crema idratante.
  • Ogni 10-15 giorni inserisci nella tua beauty routine una leggera esfoliazione.
  • Non essere pigra: struccati tutte le sere!

Cura della pelle del viso tra i 30 e i 50 anni

Non c’è un’età fissa in cui la pelle comincia a invecchiare, tutto dipende dalla genetica e dalle accortezze adottate negli anni precedenti. E’ in questa fase ad esempio che possono comparire le macchie solari, frutto di un’errata esposizione al sole accumulata nel tempo. Oltre a una beauty routine di base quotidiana, il consiglio è di passare a trattamenti più specifici come l’applicazione di creme a base di elastina, collagene, acido ialuronico, vitamine e antiossidanti.

Più gli anni passano e maggiore diventa l’impegno per ottenere risultati visibili. Tra i 40 e i 50 anni può essere utile impiegare dei sieri, e poiché il ricambio cellulare rallenta notevolmente, l’esfoliazione della pelle diventa molto importante. La protezione solare deve diventare un diktat inderogabile e, in caso di danni e macchie già comparse, si può intervenire con prodotti e trattamenti specifici preferibilmente consigliati da un dermatologo o medico estetico.

Cura della pelle del viso dopo i 50 anni

Soprattutto dopo la menopausa i cambiamenti ormonali – in particolare il calo degli estrogeni – riducono in modo sostanziale la produzione fisiologica di sostanze importanti per la pelle, come il collagene. Le rughe aumentano, la cute si fa cadente, perde di morbidezza ed elasticità, idratazione, luminosità. Inoltre, può diventare più sensibile e soggetta ad irritazioni.

Tuttavia qualcosa si può fare per mantenere una pelle bella e sana nonostante l’avanzare dell’età. Cosa? Trattamenti più mirati, con formulazioni decisamente ad hoc e concentrazione di principi attivi più elevate (almeno il 10%). Così l’acido ialuronico aiuterà a incrementare l’idratazione (rendendo la pelle del viso meno secca e tesa), mentre le creme a base di retinoidi, oltre a esfoliare, stimoleranno la produzione di collagene ed elastina, rendendo la cute più voluminosa e compatta. Sono apprezzati, a tal fine, anche i peptidi e la vitamina C.

L’importanza dell’Acido Ialuronico

Abbiamo parlato più volte dell’Acido Ialuronico come elemento importante nella beauty routine, ma questa preziosa sostanza è utile a 360° per il benessere della pelle, specialmente nel trattamento delle lesioni cutanee. L’Acido Ialuronico infatti – da solo o in sinergia con specifici attivi – favorisce la guarigione di irritazioni, tagli, abrasioni, escoriazioni, scottature, con buoni risultati estetici. Ecco perché è un insostituibile alleato, delle donne e di tutta la famiglia!

Te lo dice il tuo Amico per la Pelle 😉