Come fare una perfetta pedicure casalinga

La stagione fredda è finita: via libera ai sandali, ma solo dopo una perfetta pedicure. Ecco come farla da sola in casa, senza spendere troppi soldi.


Sono i tuoi piedi a chiedertelo: “Fa caldo, lasciaci uscire da queste scarpe chiuse altrimenti la sera sai che gonfiore!”. Inoltre le vetrine dei negozi di scarpe continuano a richiamare la tua attenzione su quegli splendidi sandali che sicuramente sono comodi e ti renderebbero estremamente sexy… Ok, sono tutti segnali che è tempo di fare una bella pedicure, così da poter sfoggiare piedi e unghie impeccabili!

Ti manca il tempo per andare da un professionista? Non vuoi spendere molti soldi? Niente paura, oggi il tuo Amico per la Pelle ha da darti qualche buon consiglio per fare una perfetta pedicure casalinga, anche stasera stessa.

I 7 segreti della pedicure fai da te

  1. Inizia con un lungo pediluvio, almeno 15 minuti. L’acqua deve essere tiepida. Sciogli nella bacinella del sale da cucina o meglio ancora dei sali dalle proprietà emollienti e leviganti. Conosci il sale di Epsom? Aiuta ad alleviare le tensioni, ad ammorbidire la pelle ruvida dei talloni e ad eliminare i cattivi odori e i gonfiori. Provalo!
  2. Asciuga bene i piedi e, se hai molti calli e duroni, opta per un apparecchio elettronico specifico per la loro rimozione.
  3. Per levigare bene la pelle sottoponila a uno scrub o all’azione della pietra pomice. Ricorda, questa azione va fatta almeno un paio di volte a settimana per mantenere la pelle liscia e sana.
  4. E’ il momento delle unghie! Disinfetta le forbicine prima di usarle. Taglia seguendo la curvatura naturale, senza andare ad incidere internamente i lati. Andare a tagliare troppo in profondità in questi punti può infatti provocare una crescita anomala dell’unghia, con il conseguente rischio che si incarnisca. In più c’è il pericolo di tagliarsi e incappare in un’infezione. Piuttosto è meglio rifinire i bordi delle unghie con una limetta.
  5. Le cuticole? Con il pediluvio si sono di certo ammorbidite, quindi non c’è bisogno di grandi “manovre”. Anche in questo caso bisogna prestare attenzione: se si insiste troppo, nel caso in cui la forbicina scappi via c’è il rischio di tagliarsi. Se durante la procedura ti capita, applica subito una crema all’acido ialuronico, rigenerante della cute, preferibilmente arricchita da una sostanza chiamata sulfadiazina argentica che è in grado di contrastare l’eventuale comparsa di una piccola infezione.
  6. Passa all’applicazione dello smalto: stendi una base trasparente su tutta l’unghia. Quando si è asciugata passa una mano di colore. Scegli quello che ti piace di più e che si intoni con i sandali e il resto del look.
  7. A questo punto occorre idratare la pelle per donarle quel tocco di morbidezza che fa la differenza! Il consiglio è di usare creme specifiche per i piedi, in particolare quelle che contengono tra gli ingredienti una discreta quantità di urea. Questa sostanza, naturalmente presente nella nostra cute, ha importanti proprietà: trattiene le molecole d’acqua all’interno della pelle, fino ai suoi strati più profondi, prevenendo così la secchezza e l’indurimento. Al contempo ammorbidisce anche i talloni più fissurati. E’ utile idratare i piedi con una crema specifica quotidianamente, dopo ogni doccia, come fai per il resto della tua pelle.

Non ti resta che provare e, se ti va, di raccontarmi su Facebook come è andata!